Blog

Miglior friggitrice 2019

Passiamo a parlare di un altro importante strumento che abbiamo in cucina, ovvero la friggitrice a olio, un prodotto che può essere davvero determinante per cucinare davvero un sacco di prodotti diversi e per variare la propria alimentazione. Le possibilità di cucina sono davvero tante e l’acquisto di un prodotto come questo può anche far bene alla salute perché cambiando si ha sicuramente una dieta molto più ricca, con un tassello dato proprio da questo prodotto. La facilità con cui è possibile cucinare poi con una friggitrice ad olio è disarmante e alla portata di tutti. Si può dire davvero che anche un bambino di 12 anni o anche meno possa cucinare e friggere senza alcun tipo di problema.

Le differenze nel prezzo stanno nelle dimensioni del prodotto e in una serie di accorgimenti per la sicurezza e la comodità, nonché la pulizia, la longevità e anche la forma del prodotto che possono essere di rilevanza per chi acquista in termini estetici e magari di spazio pensando a quanto ne ha a disposizione nella propria cucina. A seconda del materiale inoltre è possibile spostare tutto il prodotto in modo più o meno agevole, di conseguenza è importante valutare anche questo quando si procede all’acquisto. Ricordiamo come sempre che abbiamo i nostri friggitrice expert che permettono di fare una scelta oculata grazie ai loro consigli e la selezione di prodotti che proponiamo è proprio fatta da loro su tutti i listini dei principali produttori.

C’è una scelta disponibile per ogni fascia di prezzo e a seconda della spesa che vorrete fare troverete sicuramente anche più di una scelta possibile per acquistare la vostra friggitrice elettrica, perché si, ogni prodotto va collegato alla corrente e in consumi sono anche contenuti, non impattano minimamente sulla bolletta di ciascuno, c’è poco da dire a riguardo. La facilità di utilizzo è una determinante e come abbiamo spiegato faremo una spiegazione dettagliata per capire quali sono le caratteristiche di ogni prodotto. Che si tratti di una friggitrice piccola o di una friggitrice grande non avrete problemi in nessun caso seguendo i nostri consigli. Precisiamo inoltre prima di partire che non c’è una miglior friggitrice in assoluto, ma tutto si cuce attorno alle esigenze di ciascuno di noi, pertanto diamo un’occhiata a cosa offrono e cerchiamo di capire cosa ci permettono di fare le friggitrici a olio.

Cosa sono le friggitrici a olio?

friggitriceLe friggitrici elettriche ad olio come suggerisce il nome chiaramente servono per friggere ed utilizzano l’olio. L’olio si acquista chiaramente per far funzionare il prodotto, anche se è polivalente, non serve solo per quello. Acquistando poi olio specifico per friggere si può dire che potremo tenerlo anche per molto tempo, in quanto non è soggetto subito a diventare consumato o non più utilizzabile nemmeno sul breve periodo. Il costo di gestione è pertanto contenuto, non è una cosa di cui preoccuparsi. Cerchiamo di capire anche come è fatta all’interno una friggitrice per avere un riferimento diretto di quello che è possibile fare con questo prodotto.

Guardando la più banale delle immagini possiamo vedere che la friggitrice può avere una forma o rettangolare o circolare, come fosse un recipiente insomma dove andare a inserire ovviamente l’olio e quello che c’è da friggere in termini di alimenti. Il prodotto è composto da una resistenza molto forte che è presente nella parte inferiore, non è importa la forma, che produce calore in modo controllato. Il principio di funzionamento è similare a quello delle lampadine, che hanno una resistenza molto piccola all’interno e dunque questa con il passaggio di elettricità diventa incandescente e finisce per emettere ovviamente calore e anche luce come ben sappiamo.

Stessa cosa per le friggitrici, non cambia molto, e l’intensità dell’elettricità permette di regolare anche la temperatura. L’olio come è noto non brucia a 100 C°, ma a temperature più alte, e il nostro scopo chiaramente non è quello di farlo bruciare ma di tenerlo a temperature alte per friggere gli alimenti. Molte volte le friggitrici permettono di cuocere da circa 150 C° a circa 190 C°, e immergendo i cibi all’interno chiaramente parte la cottura e parte del grasso dell’olio va ad inserirsi tra l’altro all’interno del cibo che vogliamo friggere, contribuendo anche a creare la costa croccante che contraddistingue i cibi chiaramente fritti. Non è possibile cucinare solo patatine ma friggere davvero tante cose diverse, che come abbiamo spiegato in apertura, permettono di variare in modo anche consistente la propria alimentazione. Chiaramente non bisogna mangiare fritto tutti i giorni perché non è esattamente la soluzione migliore in termini salutari.

Storia delle friggitrici ad olio

A seconda di quello che si può pensare la friggitrice a olio e non solo non è una novità degli ultimi anni, anzi, è qualcosa che esisteva sin dall’antico Egitto e poi anche nel Medioevo. Chiaramente le possibilità tecnologiche non erano le stesse, ma si può dire che effettivamente sarebbe stato possibile anche riuscire a gestire fritture decenti nei tempi andati. Parliamo in termini temporali del 2500 a. C. con utilizzo di olio vegetale e non qualcosa di strutturalmente pensato per quello che abbiamo oggi, un tantino diverso insomma. Anche nell’antica Roma si praticava la frittura degli alimenti, perché poi con il passare del tempo le varie tecniche venivano tramandate chiaramente senza problemi o fronzoli particolari. Si tratta sicuramente di una cosa curiosa considerando che all’epoca sono nate quelle che oggi sono note come chiacchiere di carnevale.

All’epoca le persone avevano l’usanza di poter prendere qualcosa di fritto magari in viaggio da bancarelle o comunque come pasto rapido, un po’ come è possibile fare oggi in modo molto semplice in qualsiasi fast food o allo stesso modo con una bancarella. Si può dire che sia cambiato poco da allora, anche se effettivamente cambia il modo di friggere, cambiano i materiali e anche i macchinari. Il cibo forse relativamente. All’epoca si utilizzava molto l’olio di oliva, che in termini di mercato non era sicuramente come quello attuale, e comunque non c’erano prodotti specifici come ci sono oggi. Al supermercato infatti troviamo anche oli proprio per friggere, fermo restando che è comunque possibile utilizzare l’olio di oliva.

Andando avanti nella storia comunque i punti cardine sono stati quello dell’antico Egitto come abbiamo spiegato, antica Roma e Medioevo. Da lì poi siamo andati avanti, ad oggi con macchinari moderni che in termini professionali hanno anche delle dimensioni generose, ma comunque si può dire che storicamente non ci siamo distaccati in modo molto grande da quello che c’era all’epoca. Tutto quello che abbiamo a disposizione è frutto chiaramente del progresso tecnologico, ma la base è radicata nella storia nei termini di cottura noti veramente da centinaia di anni.

Come funziona una friggitrice a olio?

Come abbiamo anticipato è possibile anche spiegare rapidamente come funziona una friggitrice a olio. Semplicemente si collega alla corrente e si attiva. Normalmente però è possibile inserire l’olio all’interno e procedere poi all’accensione della friggitrice a olio. Molti potrebbero cercare vendita friggitrice online ad esempio per trovare un buon prodotto e possiamo dirvi che oggi potrebbe essere la migliore soluzione potendo accedere in questo modo a qualsiasi tipo di prodotto presente sul mercato e nei listini di tutti i principali produttori, e comunque è possibile risparmiare perché online ci sono sempre le migliori offerte in primis e tenendo conto anche del fatto che ci sono di continuo nuovi sconti. Nelle opzioni che trovate c’è anche lo sconto immediato nell’offerta del prodotto assieme al prezzo consigliato.

Comunque come detto nel collegamento alla corrente si collega il passaggio di elettricità per una resistenza che permette di ottenere un riscaldamento netto di quello che c’è da friggere proprio dalla parte inferiore del vano dove andare a inserire il cibo da friggere. Un discorso molto semplice che spiega come può andare un utensile molto importante ormai nelle cucine di tutti, e tra l’altro accessibile ad un prezzo molto basso. La spesa infatti sia che si spenda poco o tanto in relazione alla fascia del prodotto si può dire che sia molto contenuta, per un prodotto che poi può durare negli anni e dunque che effettivamente si può ammortizzare davvero tanto considerando che per qualcosa di buona qualità e di marca siamo anche sotto al centinaio di euro. A seconda della qualità e la fascia di prezzo del prodotto si può scegliere il tipo di regolazione della temperatura e poi gestire quello che può essere la chiusura ermetica del vano dove inserire il cibo.

Questo comunque è uno dei punti che vanno a scaturire il prezzo del prodotto, ovvero quello che riguarda la sicurezza in un certo senso. Tutti i prodotti citati sono ottimi sotto diversi punti di vista, ma bisogna sempre tenere conto che quando si usa una friggitrice si ha a che fare poi con dell’olio rovente che effettivamente potrebbe anche schizzare leggermente, causando delle piccole scottature solo se non si fa bene attenzione a come si utilizza. Per alcuni prodotti è presente una chiusura ermetica particolare che permette di riuscire chiaramente a chiudere un vano con il cibo, azionare la friggitrice e riaprirlo solo a cottura fatta, magari anche con olio raffreddato, impostando un timer ad esempio o regolando la manopola con la temperatura per settare il prodotto esattamente per quello che vi serve.

Caratteristiche principali delle friggitrici a olio

Dunque cosa contraddistingue questi prodotti? Quali sono i punti a favore? Cerchiamo di capirlo insieme in modo molto semplice. La caratteristica chiaramente è quella di friggere, e qualcosa l’abbiamo già accennata, ma cerchiamo di capire e approfondire ognuna delle caratteristiche principali. Friggitrice economica o costosa che sia, serve a quello e il prezzo può variare a seconda di caratteristiche accessorie che comunque possono essere più o meno importanti a seconda di quello che si vuole fare. Dunque come frittura abbiamo già parlato, si tratta di aumentare la temperatura dell’olio e gestire tutto passo passo seguendo la cottura. La facilità di utilizzo è assoluta per tutti i prodotti, ed il primo cambiamento è quello del materiale di cui è composta.

Le opzioni principali sono quelle del metallo totale, che come sappiamo è un buon conduttore di calore, e un materiale termoisolante liscio che è anche più leggero. I prodotti più economici sono fatti in acciaio, di conseguenza sono più pesanti e conducono il calore, ed è meglio non entrare in contatto diretto facendo attenzione quando la frittura è in corso. Il discorso è semplicemente questo, non si può dire altro. Spostarli è anche più faticoso, ma chiaramente parliamo di dettagli, non arrivano a livelli di peso eccessivi. L’altro materiale composto è più leggero ed è più isolante quando andiamo anche ad usare la friggitrice, quindi si può dire che riesca tranquillamente a garantire un pizzico di sicurezza in più anche perché le friggitrici fatte con questo materiale permettono di avere anche la chiusura ermetica.

Tale chiusura come abbiamo anticipato permette di calare all’interno dell’olio l’alimento che serve e chiudere tutto il vano per evitare problematiche di qualsiasi tipo, magari con il passaggio di bambini, non è sempre chiaramente tutto rivolto al solo utente che può essere più che consapevole dello strumento che sta utilizzando. La facilità di utilizzo è comunque al primo posto e sempre a seconda del modello un altro punto a favore potrebbe essere la presenza dell’oblò per controllare anche da fuori la situazione a livello di frittura e capire se il timer impostato il tempo passato è effettivamente diventato sufficiente.

Niente di più semplice effettivamente, pertanto capiamo anche che avendo a disposizione tante caratteristiche spesso il tutto si ripercuote sul prezzo finale, senza esagerare comunque. Modelli di questo tipo sono sempre attorno alla fascia di prezzo descritta, non andiamo oltre, poco ma sicuro. Ultime cose ma comunque importanti sono le regolazioni precise della temperatura e la possibilità o meno di impostare un timer per la cottura, che permette chiaramente in caso anche di presenza di chiusura ermetica in fase di preparazione del pranzo o quello che sia di impostare il tutto e lasciar fare poi alla friggitrice, che potremmo anche intendere come piccolo robot da cucina, mentre chi prepara può effettivamente fare altro.

Dimensioni in media delle friggitrici a olio

A seconda della forma che può essere rettangolare o meno si può dire che le friggitrici a olio abbiano tutte più o meno la stessa dimensione, che può servire chiaramente per avere un’idea di fondo di quale potrebbe essere l’ingombro sul proprio piano cottura o piano di lavoro all’interno della cucina. Il costo friggitrice non impatta minimamente sulle dimensioni, perché come abbiamo spiegato non è solo una questione di materiale di composizione ma effettivamente è anche gestione di roba interna, tecnologie inserite e possibilità di programmare i funzionamenti della friggitrice a olio, sia nel tempo che come programmi di cottura. Secondo i nostri friggitrice expert comunque una media si può caratterizzare prendendo ad esempio una di forma cilindrica, quindi come fosse un recipiente, una dimensione di 24 cm x 31 cm x 36 cm, misurazione che vale anche se prendiamo in esame non una cilindrica ma magari una quadrata.

Ci riferiamo chiaramente ad un utilizzo casalingo senza fronzoli particolari e con possibilità di portare a casa prodotti di un certo livello. La capacità media attestata è quella di un litro d’olio, quindi la possibilità di occupare lo stesso spazio anche dal punto di vista del cibo, che può bastare anche per più persone. Chiaramente se pensiamo che si possa effettivamente preparare una cena intera o un pranzo che sia a più persone potrebbe essere richieste di passare più volte del cibo all’interno dello stesso olio, cosa che come abbiamo spiegato è concessa anche a distanza di settimane, figuriamoci a pochi secondi da un passaggio all’altro.

Altre caratteristiche interessanti potrebbero essere quella del cestello che si sposta in modo semplice, chiaramente il timer come abbiamo precisato e le possibilità che abbiamo offerte in modo diretto guardando quello che è possibile fare con un prodotto di questo tipo. Attenzione anche alla questione odore con la possibilità di inserire un filtro odore che si può sostituire quando non funziona più. Dopo aver fatto la frittura succede che ci sia l’odore che magari può dar fastidio e per questo c’è l’apposito filtro. Se non si cuoce soprattutto vicino ad una finestra, si può dire che le possibilità siano effettivamente un po’ limitate senza questo accessorio.

Prezzi in media delle friggitrici a olio

Ma a quale finestra di costo ci stiamo affacciando? La spesa è effettivamente contenuta considerando che è possibile portare a casa tutto con poco meno di un centinaio di euro e stiamo parlando di una spesa comunque che ci permette di prendere un prodotto più che performante, mentre se si passa a qualcosa per iniziare, lì siamo nell’ordine veramente di poche decine di euro per volta, e quindi si può dire che sia possibile davvero riuscire a portare a casa una friggitrice e cominciare a gestire menu anche con buone fritture con una spesa davvero contenuta. La spesa così bassa comunque è anche gestione dei prezzi scontati che vengono proposti, il che non è da poco, è bene tenerlo a mente.

Le offerte proposte, sempre aggiornate in tempo reale, permettono di spendere davvero poco e riuscire a portare a casa un prodotto performante, con una super garanzia e l’assistenza continua. Teniamo anche presente che le friggitrici sono dei robot da cucina, ed effettivamente possono davvero durare molto negli anni, quindi se pensiamo che siamo al di sotto del centinaio di euro si può dire che non percepiremo nemmeno negli anni il costo che viene portato da parte di questo tipo di acquisto. Un piccolo affare che comunque ci aiuta volendo anche dal punto di vista salutare come abbiamo spiegato.

A prescindere da tutto comunque la spesa che viene fatta per la friggitrice professionale anche per chi apre un’attività e vuole mettersi a preparare davvero una gran quantità di cibo per volta è un investimento davvero interessante. Friggitrice prezzi è una delle ricerche possibili, ma viene sempre detto che attualmente si può accedere davvero con poca spesa a questo tipo di prodotto, il che non è da poco. Non si tratta poi di frittura delle sole patatine fritte ma anche di carne, pesce e qualsiasi altro alimento particolare che può servire consumare in un determinato momento provando una cottura differente.

Vantaggi e svantaggi delle friggitrici a olio

friggitrice elettricaMa quali sono effettivamente i vantaggi di questo tipo di prodotto? Un po’ lo abbiamo anticipato, sia in termini di sicurezza, salute, possibilità di variare e anche comodità, perché la frittura come è noto si può anche fare in padella direttamente sul proprio piano cottura, ma chiaramente ha delle possibilità inferiori in termini di quantità di cibo allo stesso tempo e ovviamente richiede anche una maggiore attenzione. Il robot da cucina nasce come pensiero anche proprio per semplificare quello che sono i processi vari di gestione interna del prodotto. Possibilità come abbiamo spiegato anche in termini di comodità, di inserire quello che bisogna preparare al volo e di preoccuparsi poi di altri tipi di preparazioni.

La frittura a olio poi in termini di sapore e risultato finale è unica, anche rispetto ad altri tipi di friggitrici, pertanto teniamo conto del fatto che sia possibile anche dal punto di vista del gusto approfittare di una crosta croccante, quella che si forma normalmente quando si cuoce andando ad usare chiaramente l’olio, cosa che con altri tipi di friggitrice chiaramente non è possibile. Le doti nutrizionali di questo tipo di prodotto sono anche buone, di conseguenza come abbiamo spiegato ne guadagniamo anche in salute consumando senza esagerare chiaramente più alimenti fritti nel modo corretto.

Dal punto di vista del tempo c’è un altro grande risparmio, perché la mini friggitrice, anche quella più piccola, è programmabile in poche semplici mosse e poi è lei stessa ad occuparsi senza problemi della frittura del prodotto che vogliamo preparare. L’utente può fare altro e dunque risparmiare tempo, che ad oggi non è mai un errore, anzi, è una di quelle cose che hanno valore intrinseco. Le offerte friggitrice ci sono, il prezzo friggitrice è piuttosto basso e anche cercando friggitrice in offerta si può dire che le opzioni ci siano, e anche in modo piuttosto netto, pertanto non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Come scegliere la friggitrice ad olio corretta per le tue necessità

Curiosi di sapere di una friggitrice come scegliere il modello più adatto alle vostre possibilità o necessità? Cerchiamo di capirlo in pochi passi. Dunque come abbiamo visto fino ad ora si può dire che le friggitrici si somigliano perché si vuole ovviamente friggere un determinato alimento e gestire la sua preparazione sia in forma automatica sia pensando a quello che permette di fare. Dunque interroghiamoci prima di tutto sulle possibilità in termini qualitative di questo prodotto.

Ho bisogno di una frittura di un buon livello? Per andare nella direzione giusta basta seguire i consigli delle nostre friggitrice recensioni. Non è necessaria una friggitrice elettrica professionale, è bene tenerlo a mente. Si può acquistare anche spendendo poco un prodotto concorrenziale che può andar bene veramente in tanti modi diversi. Si può dire che la qualità è proprio nel marchio e nella selezione che vi offriamo in termini di consigli. Come precisato inoltre avrete assistenza e garanzia relativa al prodotto, dunque non avrete mai problemi nemmeno su un piano di aiuto post acquisto.

Le offerte friggitrice migliori le trovate qui, dunque avete già a disposizione i migliori sconti e le offerte. I fattori determinanti alla fine sono quelli della dimensione, dunque di quanto spazio avete a disposizione a casa o sul piano cottura per mettere questo prodotto, e quella del materiale, che porta chiaramente come abbiamo spiegato delle differenze nella propagazione del calore e nella possibilità di avere oblò relativi, chiusura ermetica e il resto appena citato. Attenzione però perché il metallo non preclude chiusure ad hoc e accessori programmabili relativi come il timer ed i programmi di cottura. Ci sono prodotti dell’uno e dell’altro tipo che danno una serie di caratteristiche relative a quello di cui abbiamo parlato.

Consigli per utilizzare le friggitrici a olio

I vantaggi dell’utilizzo di un prodotto come questo si può dire che siano assoluti. Una pentola friggitrice permette di portare a casa tutto un menu rinnovato per la propria alimentazione, e tutto consumando nel modo più semplice possibile e cucinando soprattutto seguendo filosofie davvero semplici. Davvero non ci sono confini per le possibilità creative che ci sono oggi per un prodotto come questo, e andiamo molto sulla parte dei vantaggi, gli svantaggi sono davvero pochi.

Volendoli argomentare le uniche cose che è possibile andare a gestire sono quelle relative a odore e manutenzione. La manutenzione è quella relativa al post frittura per tenere pulito il prodotto. Come abbiamo spiegato lo stesso olio può effettivamente portare ad un utilizzo che va anche oltre la singola settimana di conservazione per cucinare in momenti diversi, ma ad un certo punto va rimosso e se dobbiamo riporre il prodotto occorrerà pulirlo, di conseguenza consigliamo l’utilizzo di uno sgrassatore di buon livello per riuscire a massimizzare i risultati di pulizia ed allo stesso tempo a metterci molto meno tempo rispetto allo standard. Unica altra cosa come spiegato è quella dell’odore ma effettivamente si può dire che già ci sono i filtri anti odore in alcuni modelli se non quasi tutti, di conseguenza sostituendoli quando non fanno più effetto il problema si risolve.

Come pulire bene una friggitrice a olio?

Tenere bene il prodotto fa parte del gioco, dunque non solo sulla parte interna con lo sgrassatore, ma è consigliate tenere in ordine anche la parte esterna, ovvero quello che riguarda la scocca. Non si tratta di un problema ed è qualcosa che richiede davvero un paio di minuti volendo esagerare. Se notiamo che ci sono residui di grasso o olio dopo l’utilizzo è consigliabile pulire se non nell’immediato anche dopo poco tempo, senza lasciar stagionare il tutto, evitando dunque all’olio di intaccarsi sulla scocca. Tenerla bene permette di preservarla e perché no anche mantenere il suo valore nel tempo, in caso di eventuale rivendita.

Per la parte interna va bene uno sgrassatore di buona qualità una volta fatto filtrare tutto l’olio che serviva, senza problemi di alcun tipo. La qualità del lavoro è comunque garantita da un pizzico di olio di gomito, quindi un po’ di manualità per garantire la buona riuscita di tutta la parte di manutenzione del prodotto. Riusciremo comunque a tenere bene la nostra friggitrice economica e non con pochi semplici accorgimenti, preservandola dal tempo e permettendo l’utilizzo massimale del prodotto.

Quanto tempo può durare una friggitrice a olio?

Friggitrice in offerta o friggitrice top che sia, potremmo farci la domanda relativa alla longevità del prodotto, e su questo vi possiamo rassicurare davvero sul fatto che avendo parlato di un costo che si aggira attorno al centinaio di euro se puntiamo su un modello tra l’altro di marca e prestante, è possibile che anche spendendo meno avremo una longevità superiore ai 3 – 4 anni tranquillamente, pertanto il costo viene spalmato così bene sui vari anni che effettivamente diventa impercettibile, è bene precisarlo.

Vi abbiamo spiegato quali sono le peculiarità della frigitrice a olio e cosa ci ha portato anche in termini storici ad arrivare ai risultati che sono presenti oggi sul mercato. Con una spesa davvero contenuta si riesce a risolvere il problema, se di tale si può parlare, della frittura in casa e si può variare il menu in pochi semplici passi. Davvero un passo in avanti per chi cucina e anche una comodità trattandosi di prodotti che effettivamente ci portano una semplificazione della cucina e permettono anche di ottenere di più dallo stesso tipo di alimenti che stavamo già consumando in precedenza.

La qualità totale di quello che il mercato offre, assieme a qualche piccolo consiglio per la manutenzione, rendono la friggitrice a olio un prodotto effettivamente valido che non dovrebbe mancare, dato anche il costo contenuto, in nessuna delle case di oggi, e anche chi non ce l’ha perché magari non l’ha valutata all’inizio dovrebbe prendere un buon prodotto magari anche da tenere in mobile e di utilizzo rado, ma che sicuramente ripaga dell’investimento fatto.