Blog

Migliori pentole in pietra 2019

Indipendentemente dal tuo modo di cucinare, dal fatto che tu sia uno chef professionista o una semplice casalinga, dovresti sempre avere a tua disposizione le pentole migliori per cucinare per tutta la famiglia o per i tuoi ospiti. Tuttavia, scegliere la pentola più adatta per le proprie esigenze, non è un’impresa così semplice come si potrebbe pensare. Se sei già entrato/a in un negozio o effettuata una ricerca online, ti sarai trovato/a di fronte ad una selezione di pentole così ampia, da perdere la testa. Ma ora non ti devi più preoccupare, perché sei nel posto giusto. In questo articolo, ti daremo alcuni consigli, cosicché potrai scegliere la tua pentola preferita in meno che non si dica.

Perché acquistare una pentola in pietra lavica?

pentole antiaderenti in pietra

Le pentole in pietra lavica godono di un rivestimento antiaderente naturale, che in Italia viene estratto principalmente in due punti della nostra penisola, in Campania alle pendici del Vesuvio e in Sicilia, alle pendici dell’Etna. La pietra lavica non è altro che lava fusa eruttata da un vulcano, che al contatto con l’aria si raffredda.

L’utilizzo della pietra lavica, tuttavia, non si limita al rivestimento di pentole e padelle, ma viene utilizzata anche per la creazione di mobili da esterno e interno, per l’urbanistica, l’edilizia e molto altro ancora. Da premettere, dato che in commercio troviamo anche le pentole in pietra ollare, che pietra lavica e pietra ollare, sono due materiali completamente differenti e non bisogna confonderli.

Entrambe le pietre però, sono efficaci per cucinare in modo salutare. Infatti, non è necessario aggiungere grassi animali o vegetali durante la cottura, in quanto entrambe godono di naturali proprietà antiaderenti. Inoltre, altra loro principale caratteristica, è quella di trattenere il calore, anche quando la fiamma è spenta. Più è spessa la pietra e per più tempo essa riuscirà a trattenere il calore.

Come scegliere le pentole antiaderenti in pietra

La pentola, a differenza della padella, è una stoviglie utile per cuocere i cibi lentamente e in modo uniforme. Generalmente, viene impiegata nelle nostre case per la cottura della pasta o dei sughi che richiedono una cottura lenta (come il ragù). Sono ideali anche per preparare zuppe e minestroni. Dunque, la loro struttura è caratterizzata da bordi alti, che variano da produttore a produttore.

Prima di decidere quale marca o quale dimensione scegliere per la propria pentola, è necessario capire quale rivestimento deve proteggere i nostri cibi. Al momento, quelli che vanno per la maggiore, sono i rivestimenti in ceramica o in pietra. Le pentole in pietra ollare o lavica, appoggiano una cucina sana e salutare. Grazie alle loro proprietà di conducibilità termica, riescono a cuocere in modo perfetto ed uniforme qualsiasi ingrediente.

Mentre una tradizionale pentola in alluminio o in acciaio disperde velocemente il calore, le pentole stone (pietra in inglese), assicurano una cottura migliore e più rapida, proprio perché il calore viene trattenuto al loro interno. Quando si decide di acquistare una pentola in pietra però, ci sono alcuni elementi che bisogna prendere in considerazione.

Elementi da considerare

padelleLa prima cosa di cui dovresti preoccuparti quando acquisti una nuova pentola, è il fatto che essa sia resistente e duratura. Per fare questo, è necessario selezionare sempre le migliori pentole in pietra, leggendo recensioni ed opinioni degli utenti che le hanno già testate. Assicurati di scegliere sempre una pentola antiaderente, così da evitare l’aggiunta di grassi durante la cottura e anche antigraffio, così che possano durare più a lungo. Altri elementi da prendere in considerazione sono:

  • Dimensioni: prima di acquistare una pentola qualsiasi, pensa a cosa ci dovrai cucinare e alle “dimensioni” della tua famiglia. L’altezza della pentola varia in base al tipo di alimenti che devi cuocere, non solo alla quantità. Chiedi al negoziante per avere maggiori informazioni.
  • Materiali: oltre alle pentole di pietra, troviamo in commercio anche quelle con rivestimento in ceramica o quelle realizzate in ghisa. Sono materiali naturali molto efficaci nella cottura, ma ognuno possiede le proprie caratteristiche. Scegli sempre in base alle tue preferenze e al tuo stile di cucina.
  • Versatilità: assicurati che la pentola che acquisti possa esserti utile per cucinare tanti buonissimi piatti e non solo il ragù della domenica. Basati sui tuoi piatti, gli ingredienti che utilizzi maggiormente e i tempi di cottura.
  • Garanzia: scegli pentole che siano di buona qualità, la cui garanzia vada ben oltre i canonici 2 anni che sono obbligatori per legge. Una garanzia più lunga si traduce in una qualità migliore del prodotto.

Pentole Tognana in pietra

Tognana è uno dei marchi storici del settore della porcellana, nato addirittura nel 1775. L’azienda moderna, se così possiamo definirla, è nata però nel 1946. La storia di questo marchio è un continuo successo, uno dopo l’altro. Negli anni sono state numerose anche la collaborazione dell’azienda con noti nomi di designer, come Matteo Thun e Mila Schön. Le prime pentole ad alluminio, invadono il nostro mercato solo di recente però, più precisamente nel 2009. Oggi, è possibile trovare le migliori pentole in pietra Tognana in moltissimi negozi o rivenditori online. Sono certamente prodotti affidabili, con cui milioni di persone cucinano oggi in tutto il mondo, anche grazie all’espansione internazionale dell’azienda.

Pentole in pietra ollare prezzi

pentole antiaderenti in pietra

La regola generale in cucina è sempre la stessa, qualsiasi sia il tuo budget, cerca di acquistare sempre il prodotto migliore che ti puoi permettere. In cucina vale una regola molto semplice, più spendi e migliore sarà la qualità del prodotto che acquisti. Il prezzo delle pentole in pietra ollare differisce di poco o nulla dalle pentole in pietra lavica, poiché le loro caratteristiche di cottura sono fondamentalmente le stesse. Attenzione però, perché alcuni produttori mischiano la pietra con altri materiali meno costosi. Questo viene fatto per abbassare i costi di produzione e spacciare comunque i propri prodotti come originali. Per verificare se le pentole che v’interessano sono al 100% in pietra, potete controllare la scheda tecnica del prodotto, che ogni onesto venditore dovrebbe apporre sulla confezione. I prezzi possono essere tanti e vari a seconda di diversi fattori, ma si parte da un minimo di 20/30 euro, fino a superare i 100 euro per i modelli più professionali.