Blog

Miglior bollitore elettrico 2019

Sei andato in negozio e non sai quale bollitore scegliere? Sei alla ricerca di qualche consiglio su come selezionare un bollitore elettrico di buona qualità? Vuoi conoscere gli ultimi trend di questo piccolo segmento di mercato per non perderti le offerte migliori? Allora ti faccio i miei complimenti, perché sei arrivato proprio nella pagina fatta apposta per te!

In che modo possiamo aiutarti? Sul nostro sito troverai tantissime informazioni utili, che ti aiuteranno a scegliere l’apparecchio più adatto alle tue esigenze. In questo modo, non dovrai più effettuare ulteriori ricerche e puoi star certo di acquistare il prodotto migliore per te, senza sprecare soldi preziosi. Pronto? Allora cominciamo subito!

Nascita e diffusione di un mito

Il bollitore è diventato un vero e proprio “must-have” in cucina negli ultimi anni. E perché no? Offre numerosi vantaggi, dal bollire l’acqua alla macerazione del tè, ma anche per fare le uova sode. I bollitori elettrici sono così comuni tra le persone, che vengono utilizzati anche più volte al giorno per diversi scopi. Questi piccoli apparecchi, si sono notevolmente evoluti nel corso degli anni, grazie soprattutto ai notevoli avanzamenti tecnologici. Oggi, sono centinaia i produttori che sviluppano il proprio bollitore, di forme e funzioni differenti.

bollitore elettricoIl bollitore elettrico è stato inventato un bel po’ di anni fa, più precisamente nel 1891 dall’azienda Crompton and Company. Prima di esso, avevamo il normale bollitore, che è ancora disponibile in commercio, ma che presentava un enorme svantaggio, il fatto che dovesse essere messo sulla fiamma a scaldare ed era decisamente più lento. Siccome in commercio ci sono bollitori elettrici di ogni tipo, a volte può risultare difficile scegliere quello più adatto alle proprie esigenze.

Sfortunatamente, una scelta più ampia, significa anche più confusione per il consumatore. Nonostante alcune persone scelgono semplicemente affidandosi ai marchi più conosciuti oppure in base ai propri gusti estetici, possono comunque risparmiare tempo e soldi (ovviamente), se nella scelta seguono i consigli giusti. Ricorda, se decidi di leggere tutte le recensioni e le opinioni che trovi su internet, non è detto che riuscirai a capire quale sia il prodotto migliore per te. Fortunatamente, non devi più preoccuparti di effettuare la scelta sbagliata, perché saremo noi a prenderci cura di questo problema.

Perché acquistare il bollitore elettrico?

Le persone amano due cose più di tutto: comodità e portabilità. I bollitori elettrici migliori forniscono senza ombra di dubbio queste due caratteristiche a casalinghe e coloro che viaggiano spesso. A differenza dei bollitori classici, quelli da tenere sulla fiamma del gas, i modelli elettrici sono molto comodi e facili da utilizzare, e l’unica fonte di energia richiesta è quella elettrica. E poiché la maggior parte di questi dispositivi sono cordless in natura, puoi portare/spostare il bollitore assieme a te.

Immagina di viaggiare su un treno con la tua famiglia, compreso il bambino piccolo, ed hai urgentemente bisogno di bollire l’acqua per egli, con una presa elettrica hai risolto il problema in pochi minuti. Non devi preoccuparti di nulla, l’acqua bolle in pochi minuti e presto il tuo bambino non piangerà più per la fame. Molte persone utilizzano il bollitore elettrico anche in ufficio o comunque sul posto di lavoro, per scaldare l’acqua per un tè o per dei noodles istantanei! Siccome offrono un’ampia gamma di possibilità, questi piccoli dispositivi elettrici sono diventati così famosi, che è più comune trovarlo in una qualsiasi casa che non.

Come scegliere il bollitore acqua

Una delle principali difficoltà che le persone devono affrontare quando cercano un bollitore elettrico (specie quelli di “primo pelo”), è il fallimento nello scegliere il prodotto più adatto alle proprie esigenze. Quello che finiscono per fare è semplicemente acquistare quello più costoso (con decine di funzioni che nemmeno sanno come utilizzare) o quello più economico, a cui mancano anche le funzioni base.

Questa situazione presenta una sfida unica per la maggior parte delle persone: come scegliere i bollitori elettrici migliori? Nelle sezioni che seguono (Step da 1 a 4), condivideremo le informazioni più importanti perché tu sia in grado al termine della lettura, di scegliere il modello migliore per te. In questo modo, oltre ad essere più felice, renderai meno leggero anche il tuo portafogli!

Step 1: verifica che le funzioni base del bollitore siano soddisfacenti

Innanzitutto, va detto che la funzione base di un bollitore elettrico è quella di far bollire l’acqua in modo rapido ed efficace. Come acquirente, la prima cosa che dovrai verificare, è che il prodotto che t’interessa sia in grado di portare a termine questo compito. Quanto tempo impiegano a far bollire l’acqua i prodotti migliori? Secondo i nostri test, i migliori marchi in commercio, dispongono di bollitori elettrici che sono in grado di portare l’acqua ad ebollizione in meno di 5 minuti.

La capacità di far bollire l’acqua in modo rapido è direttamente connessa alla potenza del bollitore elettrico. Più è elevato il wattaggio, più velocemente il dispositivo sarà in grado di scaldare l’acqua. La prima cosa da fare quindi, è verificare la potenza dell’apparecchio elettrico. Per scegliere un buon prodotto, dovresti cercare un dispositivo con una potenza compresa tra i 1000 e i 1500 watt.

Step 2: quale capacità ha il bollitore?

bollitoreA differenza dei modelli che si scaldano sulla fiamma a gas della cucina, i bollitori elettrici possono contenere una quantità di acqua più che soddisfacente e sono anche in grado di mantenere l’acqua calda dopo che si è spento l’interruttore. Dovresti puntare ad acquistare un apparecchio che abbia almeno 1 litro di capacità, oppure 4 tazze (per i modelli americani). La maggior parte di questi piccoli apparecchi elettrici, hanno una capacità compresa tra il litro e il litro e mezzo. Ovviamente, scegliere la capacità giusta, dipende soprattutto dalle tue esigenze. Alcuni modelli, misurano la propria capacità in “tazze” e non in litri. Questo è dovuto al fatto che si tratta di modelli importati dall’America. Sono altrettanto ottimi, ma siccome ci troviamo in Italia, forse sarebbe meglio affidarsi ad un prodotto aggiornato con le nostre misure standard.

Step 3: considerazioni sul design

Scegli un bollitore senza filo: la maggior parte dei prodotti disponibili in commercio oggigiorno, sono cordless. Se possibile (rientra nel tuo budget), acquista uno di questi senza filo. Questo perché i modelli che non sono dotati di filo elettrico, offrono più libertà di movimento e dunque una maggiore portabilità. Un bollitore il cui cavo non può essere rimosso dalla fonte di alimentazione, anche dopo averlo spento, risulta limitato nelle sue funzionalità e perde la maggior parte della comodità che ogni utente cerca.

Se possibile, scegli un bollitore elettrico con base girevole a 360°. Questa ti offre la possibilità di appoggiare su il bollitore in qualsiasi verso, senza doverti preoccupare di seguire un vero preciso. I migliori? Quelli in acciaio inox. Bisognerebbe scegliere sempre un elettrodomestico in acciaio inossidabile (questo vale per tutti). Se l’interno del bollitore è realizzato in plastica, nel tempo potrebbero venir fuori cattivi odori.

Step 4: sicurezza e funzionalità avanzate

Infine, ma non per questo meno importante, devi prendere in considerazione l’aspetto legato alla sicurezza dell’apparecchio. La funzione principale in questi termini, è rappresentata dallo spegnimento automatico. Quando l’acqua raggiunge il punto di ebollizione, il bollitore elettrico si spegne automaticamente? Assicurati che lo faccia, altrimenti, correrai il rischio che l’acqua in ebollizione fuoriesca dall’apparecchio, danneggiandolo e facendo eventualmente anche altri danni (siamo pur sempre in presenza di corrente elettrica).

Manico di sicurezza: quando l’acqua bolle, il manico del bollitore diventa caldo? Il bollitore ideale, deve avere un manico che resta freddo, anche se l’acqua al suo interno sta bollendo alla temperatura di 100° C. Questo permette all’utente di evitare scottature accidentali e di utilizzare il bollitore subito dopo che ha terminato il suo compito.

I bollitori sono rumorosi e consumano tanto?

bollitori elettriciDopo aver visto nelle sezioni precedenti gli elementi più importanti da prendere in considerazione per scegliere il bollitore più adatto alle proprie esigenze, rispondiamo ad alcune delle domande più comuni che gli utenti si fanno quando decidono di acquistare questo piccolo elettrodomestico. Iniziamo col dire che i bollitori non sono affatto apparecchi rumorosi. Il rumore, tutt’al più, può provenire dall’acqua in ebollizione. Ciò nonostante, in commercio troviamo apparecchi “silenziosi”, che presentano una doppia parete interna rivestita di materiale “anti-vibrazioni”, che riduce ancora di più questo aspetto.

Per quanto riguarda le preoccupazione dell’energia elettrica consumata, c’è poco da essere preoccupati. Il bollitore elettrico svolge il suo compito in 3/4 minuti, il che significa che resta acceso davvero per un periodi di tempo molto breve. Questo si traduce in un peso in bolletta davvero minimo, quasi indifferente. Il consumo, comunque, può essere letto nei dettagli di ogni prodotto.

Bollitore elettrico prezzi

Il prezzo da pagare per portarsi a casa un bollitore elettrico, dipende soprattutto dalla qualità del prodotto. Quelli senza base girevole, realizzati completamente in plastica, possono avere un prezzo davvero basso, circa 20 euro. Quelli migliori, in acciaio inossidabile e con più funzioni (soprattutto in termini di sicurezza), possono costare anche 100 euro e più. Noi, consigliamo di scegliere sempre un prodotto dal rapporto qualità/prezzo soddisfacente, almeno di fascia media, per non rinunciare a fondamentali caratteristiche base.